Festa del Mare 2003
Programma Oratorio S. Giacomo Apostolo

18 LUGLIO
ore 21.00 Conferenza “Le processioni nella Chiesa cattolica” relatore Luciano Venzano Segretario Centro Studi Confraternite “G. Casareto” – Priorato Ligure Confraternite Arcidiocesi di Genova
   
19 LUGLIO
ore 21.00 S. Messa: Cerimonia di ingresso nuovi Confratelli
   
21 LUGLIO
ore 21.00 Presentazione del Libro “Dalla schiavitù alla reggenza di Tunisia: Benedetto d’Arì ligure di Levanto” di Angelo Terenzoni
   
22 LUGLIO
ore 10.00 Triduo di S. Giacomo. Celebra Don Gianluigi Bagnasco
   
23 LUGLIO
ore 10.00 Triduo di S. Giacomo. Celebra Don Gianluigi Bagnasco
   
24 LUGLIO
ore 10.00 Triduo di S. Giacomo. Celebra Don Gianluigi Bagnasco
   
25 LUGLIO – FESTA DI SAN GIACOMO APOSTOLO
ore 08.30 Lodi e S. Messa. Presiede Don Gianluigi Bagnasco, Parroco di Levanto, Cappellano Confraternita San Giacomo Apostolo
ore 10.30 S. Messa Solenne. Presiede S. Ecc. Mons. Bassano Staffieri, Vescovo Diocesano. Partecipa Cantoria Gruppo Gioia di Levanto
ore 12.00 Angelus Domini. Presiede Padre Leonildo Pellizzato
ore 15.00 Ora Media Presiede Padre Antonio dei Padri Passionisti di Brugnato
ore 18.00 Vespri cantati. Presiede Don Nilo Gando, Parroco di Framura. Partecipa Cantoria Gruppo Gioia di Levanto
ore 21.00 Solenne Processione con l’effige di San Giacomo e partecipazione delle Confraternite liguri. La reliquia sarà portata da Don Gian Paolo Citterio Prevosto di San Vittore di Rho
ore 23.45 Compieta. Presiede Don Gianluigi Bagnasco

Festa del Mare
- Le Origini -
Nel 1969, nell'ambito delle celebrazioni per la ricorrenza della Festa di San Giacomo (25 luglio), al fine di rinverdire I fasti della Confraternita, nacque la Festa del Mare.
Nata con l'intento di dare nuovi impulsi al sodalizio, il cui mutare dei tempi stava togliendo linfa vitale, volle da subito affiancare alle celebrazioni religiose momenti folkloristici riferendosi alla storia medioevale del Comune e della Famiglai Da Passano Signori del Borgo.

La scelta della data non fu casuale, infatti nel 1969 ricorreva il 560° anniversario di quella che si credeva essere la data di fondazione della Confraternita, ma che invece, successivamente, venne ricordata come 560° anniversario del più antico documento che attestasse l'esistenza del Sodalizio.
L'inizio non fu facile, ma il Direttivo della Confraternita ebbe il merito di crederci e di continuare in quello che sarebbe di lì a poco divenuto uno degli appuntamenti più importanti della Provincia di La Spezia.

La Festa, resa possibile grazie al contributo e alla generosità di tutta la comunità, venne articolandosi in due momento forti: 1) il 24 luglio fu data tradizionalmente dedicata alla parte storica della Festa, con sfliate in costume ed esibizioni di Gruppi Storici (ricordiamo i Sestieri di Lavagna, gli Sbandieratori di San Sepolcro e in tempi più recenti la Commenda di Recco, gli Sbandieratori di Castiglion Fiorentino, il Gruppo Storico di Pisa, il Gruppo Storico di Volterra, le Bande Nere di Fivizzano); 2) il 25 luglio era data interamente dedicata alle celebrazioni per la Festa di San Giacomo con funzioni religiose e con una processione che andò via via assumendo proporzioni sempre più gigantesche per l'intervento delle molte confraternite provenienti da tutta la Liguria.

L'impegno sempre maggiore che la Festa richiedeva, di pari passo con l'aumento delle iniziative collegate, spinse il Direttivo della Confraternita a creare nel 1990 il Gruppo Storico Da Passano (poi mutato in Gruppo Storico Borgo e Valle di Levanto) perché si occupasse di tutta la parte storica della Festa e allo stesso tempo per dare una struttura e un'organizzazione permanente alle decine di volontari che ogni anno davano la loro disponibilità per la buona riuscita delle manifestazioni. Alla Confraternita di San Giacomo rimase il compito di curare la parte religiosa della Festa del Mare, tenendo comunque presente che sono molti i membri comuni alle due associazioni.